Palazzo del Governatore Piazza Cavalli, 29121 Piacenza PC, Italia
67
Categoria : Monumenti
Orari

L’attuale complesso, così denominato perché dopo il suo rifacimento settecentesco fu sede fino al 1860 degli uffici del governatore della città, venne edificato su un’area dove in precedenza (fine del XV secolo) era posta la residenza dei commissari dei duchi sforzeschi e, successivamente, degli Anziani del Governo. Nel 1780 gli edili di Piacenza decisero la selciatura della piazza e, in concomitanza, la ricostruzione della fabbrica. Se ne assegnò l’incarico al piacentino Lotario Tomba (Sarmato 1749–1823), autore del progetto del Teatro Municipale e della sistemazione del coro di S. Maria di Campagna. Il Tomba, propositore in ambito locale dei postulati neoclassici e già architetto comunale dal 1779, ebbe in questa occasione la sua prima affermazione pubblica.

Il nuovo edificio, arretrato rispetto al precedente, dal fronte a bugnato liscio con due ordini di finestre con cornici a timpano separate da paraste, ben si inserisce con la sua lunga sagoma nel contesto della piazza, sviluppandosi in orizzontale e non mettendo fuori scala il Gotico grazie alla limitata altezza che il Tomba gli conferì. La facciata è siglata in alto da due torrioni angolari squadrati e da statue mitologiche neoclassiche e da vasi decorativi, che affiancano la cimasa centrale con l’orologio. Il calendario perpetuo e la meridiana vennero invece installati nel 1793 dal fisico piacentino G.F. Barattieri. Attualmente il palazzo del Governatore è sede della Camera di Commercio.